Cingoli News

L'educazione alimentare si impara online Stampa E-mail
mercoledì 29 agosto 2007

tartufoL'educazione alimentare si impara online. Attraverso il programma Educazione Alimentare (consultabile su Internet all'indirizzo http://www.educazionealimentare.provincia.mc.it/) promosso dalla Provincia di Macerata i ragazzi possono apprendere i corretti stili di vita e comportamenti alimentari, conoscere l'agricoltura e il sistema agro alimentare e scoprire i prodotti alimentari biologici e legati al territorio. Nel sito sono disponibili i risultati del monitoraggio sulle abitudini alimentari degli studenti della Provincia di Macerata, condotto durante l'anno scolastico con la collaborazione dell'Itas di Macerata (per le scuole dell'infanzia e primarie) e dell'Istituto professionale alberghiero di Cingoli (per le scuole medie e superiori). Sono online anche gli incontri formativi e le visite guidate che si sono svolti sia all'Istituto tecnico agrario "Garibaldi" di Macerata, sia all'Alberghiero "Varnelli" di Cingoli, nonche' le numerose visite alle "Fattorie didattiche" e agli "Orti biologici", cioe' agli spazi che diverse imprese agricole del territorio hanno dedicato ai piu' giovani per avvicinarli al mondo rurale attraverso un contatto con la terra, i prodotti e gli animali.

Il sito web contiene inoltre una sezione giochi, oltre ad un blog sulle tematiche alimentari. Per dare massima divulgazione e diffusione al progetto di educazione alimentare, la Provincia ha fatto realizzare inoltre due strumenti didattici: un cd-rom intitolato "L'A B Cibo", che attraverso un percorso virtuale richiama l'attenzione sulle principali regole della sana vita alimentare, e una fiaba intitolata "I colori di Melissa", di Sandrina Gasperoni, che attraverso lo strumento pedagogico della narrazione fantastica tenta di suggerire ai piu' piccini un giusto approccio al cibo. Spiega l'assessore provinciale all'Agricoltura, Luigi Carlocchia ''I risultati che si e' cercato di ottenere con questo progetto sono stati tutti volti a sviluppare e promuovere i principi di una sana e corretta alimentazione, il consumo di prodotti agroalimentari biologici e legati al territorio, la promozione della trasversalita' dell'educazione alimentare, informando sugli aspetti storici, culturali, antropologici delle produzioni agroalimentari e del loro territorio d'origine e ogni altra forma di educazione alimentare che parta dai piu' piccoli, ovviamente, ma che cerchi anche di orientare le abitudini dei ragazzi e, perche' no, degli adulti''.

Dal sito: http://contenuti.interfree.it/117/IDNotizia8177.htm  

 
< Prec.   Pros. >